Italia

Leader internazionale per l’elettronica e la meccatronica automotive.

 

Continental si prepara per una nuova era con l’acquisto di Siemens VDO

Nota

Siemens VDO è stata acquisita da Continental AG in data 05.12.2007 e non fa più parte die Siemens AG.

 

Milano, 2007-12-05
Il grande supplier dell’industria automobilistica internazionale accoglie il nuovo organico •L’azienda implementerà energicamente il programma di integrazione già pronto •Wennemer: decisioni risolutive entro due/tre mesi, dopo un’attenta analisi dei dati •Clienti e investitori si affidano alle competenze superiori e al vasto portafoglio prodotti dell’azienda, in particolare nelle grandi aree della sicurezza, sostenibilità e informazione


Hannover/Regensburg, 5 dicembre 2007. Unificando la forza di due aziende leader mondiali nel settore automotive,  il gruppo Continental AG di Hannover (Germania) inaugura una nuova era con la conclusione dell’acquisizione di Siemens VDO Automotive AG. “Diamo un caloroso benvenuto al nuovo organico portato in dote da Siemens VDO Automotive. Grazie al consolidamento delle nostre forze faremo di Continental uno tra i maggiori fornitori dell’industria automobilistica a livello mondiale”, ha dichiarato oggi Manfred Wennemer, presidente del Consiglio di Amministrazione di Continental.

Continental aveva formalmente già concluso l’acquisto di Siemens VDO Automotive AG a seguito degli accordi del 25 luglio 2007, approvati senza condizioni dalla Commissione Europea il 29 novembre scorso. In base a questi accordi, Continental ha versato a Siemens AG l’importo pattuito di 11,4 miliardi di euro, agevolazioni fiscali comprese pari a circa un miliardo di euro. Le operazioni acquisite saranno incluse nel bilancio consolidato di Continental a partire dal dicembre 2007. A metà ottobre, per finanziare l’acquisizione, Continental si era assicurata il sostegno di un pool di 39 banche internazionali, mentre il 30 ottobre aveva portato a termine un aumento del capitale sociale di quasi il 10%, raccogliendo sul mercato circa 1,48 miliardi di euro. “Giunti al termine di questo intenso periodo di preparazione – ha aggiunto Wennemer – possiamo finalmente concentrarci sull’integrazione. Questa fase richiederà comunque due/tre mesi, necessari per prendere una serie di decisioni importanti, dopo avere esaminato in maniera approfondita tutti i dati ai quali ci è stato finora impedito l’accesso in base alla legislazione antitrust”

“Ciò vale soprattutto per le informazioni relative al fatturato, ricavi e numero dei dipendenti in riferimento ai vari gruppi di prodotti e alle unità produttive. Nell’analisi finale di questi dati, i programmi delle attività operative e specialmente della produzione formeranno la base per le economie di scala che apriranno la strada a una migliore e più efficiente realtà di mercato generata da due aziende di primissimo piano”.

Sulla base dei programmi finora elaborati, Continental prevede risparmi dell’ordine di almeno 170 milioni di euro fino al 2010. “Dalle informazioni di cui disponiamo attualmente – ha concluso Wennemer – saremmo comunque delusi se le economie si limitassero a questa cifra, che è stimata su base conservativa. Il totale infatti sarà presumibilmente più elevato. Nelle prossime dieci settimane saremo in grado di fornire maggiori dettagli su questo aspetto”.

Karl-Thomas Neumann, membro del consiglio esecutivo responsabile dello sviluppo tecnologico del gruppo e delle nuove divisioni Chassis & Safety (Telaio e Sicurezza) e Powertrain (Trasmissione), ha posto l’accento sul fatto che grazie all’allargamento delle attività su scala mondiale, il portafoglio prodotti più cospicuo e le maggiori competenze nell’ambito dei sistemi automotive, Continental sarà in grado di trarre profitto soprattutto dai futuri trend dell’industria automobilistica: “La nostra forza di innovazione e il nucleo delle nostre competenze ci permettono di affrontare già da ora i megatrend che si apprestano a diventare dominanti nei prossimi anni: la sicurezza, la sostenibilità e l’informazione".

"A livello della divisione Chassis & Safety puntiamo a integrare componenti di alta qualità nell’area dei sistemi frenanti, sensori e autotelaio, con l’obiettivo di creare un concetto di sicurezza, denominato ContiGuard®, mirante ad azzerare in futuro sia gli incidenti che le lesioni. Inoltre, siamo ben posizionati per il futuro rispetto all’obiettivo “emissioni zero”. Ad esempio, abbiamo stabilito nuovi standard con i nostri sistemi di iniezione piezoelettrici precisi e ad alta efficienza per i motori diesel e a benzina, oltre alle soluzioni ibride e ai pneumatici ottimizzati per il minimo attrito. Invece, per la divisione Powertrain siamo decisi a seguire il nostro motto “Experience passion-driven mobility” (Provate la Mobilità attraverso il Piacere di Guida), con l’offerta di prodotti innovativi e soluzioni di sistema che rendono i veicoli diesel e benzina più economici, affidabili, potenti ed ecologici”, ha concluso Neumann.

L’obiettivo strategico della nuova divisione Interior (interni) è ottimamente espresso dallo slogan “Always On” (Sempre Attivi). “Considerandoci dei gestori delle informazioni all’interno del veicolo, puntiamo a ottimizzare il flusso delle informazioni. Svilupperemo nuove funzioni per offrire un collegamento tra l’ambiente esterno  e l’abitacolo, per presentare le informazioni in modo tale che i conducenti siano in grado di coglierle in maniera intuitiva. La nuova divisione Interior ha tutte le carte in regola per raggiungere questo obiettivo in quanto il portafoglio prodotti comprende una vasta gamma di strumentazione, i sistemi di accesso e comando senza dimenticare le piattaforme audio e di navigazione per le auto e i veicoli commerciali”, spiega Wennemer, che è anche il responsabile della nuova divisione Interior.

Con un fatturato di oltre 25 miliardi di euro nel 2006 e un numero di dipendenti attualmente pari a 150.000 unità in oltre 200 siti (impianti, centri di ricerca, piste per le prove) sparsi in 36 paesi del mondo, Continental Corporation è attualmente annoverata tra i cinque principali fornitori dell’industria automobilistica. Il gruppo è articolato in sei divisioni:

1. Forte di un fatturato di oltre 5 miliardi di euro, più di 27.000 dipendenti e oltre 65 siti nel mondo, la nuova divisione Chassis & Safety, diretta da Ralf Cramer, detiene una posizione strategica sul mercato mondiale e la leadership tecnologica per le aree dei sistemi frenanti, telaio, network dei sistemi di sicurezza, attivi e passivi, e sensori.

2. Con un fatturato che supera i 5 miliardi di euro, più di 27.000 dipendenti e circa 70 siti nel mondo, la nuova divisione Powertrain, sotto la responsabilità di Dieter Rogge, offre prodotti e sistemi per la trasmissione, la gestione del motore, le tecnologie di iniezione, sensori, attuatori e tecnologie ibride. Essa punta alla leadership mondiale sia di mercato che tecnologica, orientandosi verso soluzioni di guida sempre più economiche ed ecocompatibili.

3. Grazie a un fatturato superiore ai 6 miliardi di euro, la nuova divisione Interior si propone come il leader tecnologico e di mercato nella gestione delle informazioni grazie a sistemi che in auto mettono in collegamento tra loro guidatore, passeggeri, differenti veicoli e infrastrutture stradali. La divisione, che occupa oltre 33.000 dipendenti in circa 70 siti in tutto il mondo, è guidata da Helmut Matschi.

4. Con i suoi 25.000 dipendenti e un fatturato annuo di quasi 4,7 miliardi di euro nel 2006, la divisione Passenger and Light Truck Tires (Pneumatici per Auto e Veicoli Commerciali Leggeri) è diretta da Manfred Wennemer. A seguito dell’avvio della joint-venture con Matador, Continental è diventato il principale produttore europeo, e il quarto a livello mondiale, di pneumatici per auto. Dal 2003, Continental è inoltre tra i fornitori leader di pneumatici auto di primo equipaggiamento a livello europeo e il produttore leader di pneumatici invernali e per il tuning.

5. Con più di 8.000 dipendenti e un fatturato annuo vicino al miliardo e mezzo di euro nel 2006, la divisione Commercial Vehicle Tires (Pneumatici per Veicoli Commerciali) guidata da Hans-Joachim Nikolin, membro del consiglio esecutivo, offre pneumatici per autobus, autocarri e veicoli industriali per le aree e le applicazioni più disparate. I prodotti di questa divisione hanno successo sia a livello di primo impianto sia come ricambi.

6. La divisione ContiTech è il principale costruttore mondiale nel campo delle tecnologie per gomme e plastiche non destinate ai pneumatici. Come partner di sviluppo e OEM, l’azienda progetta e produce parti funzionali, componenti e sistemi per l’industria automobilistica, produzione di macchine e impianti, veicoli ferroviari, stampa, industria edile, settore chimico e petrolchimico, trasporti marittimi e aerei, industria mineraria. Gerhard Lerch, membro del consiglio esecutivo, è a capo di questa divisione che nel 2006 ha registrato un fatturato di quasi 2,9 miliardi di euro con poco meno di 22.000 dipendenti.

 

Con un fatturato annuo di oltre 25 miliardi di euro nel 2006, Continental Corporation è tra i primi 5 fornitori mondiali dell’industria automobilistica. Come fornitore di sistemi frenanti, sistemi e componenti per trasmissione e telaio, strumentazione, soluzioni infotainment,  elettronica di bordo, pneumatici ed elastomeri tecnici, Continental contribuisce al miglioramento della sicurezza di guida e alla salvaguardia dell’ambiente. Le competenze di Continental si estendono anche al mondo della comunicazione in rete per l’automobile. Attualmente, il gruppo occupa circa 150.000 dipendenti in circa 200 siti sparsi in 36 paesi del mondo.

VDO in Italia

Contattaci o trova un rivenditore

Contatti

Fiere ed eventi

Scopri gli eventi a cui VDO parteciperà nel 2016

Fiere ed eventi

Download

Scarica cataloghi, schede tecniche, manuali

Contatti per la stampa

Sabrina Zapperi

Head of Communication CVAM RSO Italy

Tel. +39 0235680310 Mob. +39 348 5328771

e-mail Twitter Continental CVAM

© Continental Automotive Trading Italia s.r.l. 2016

VDO - A Trademark of the Continental Corporation