Italia

Leader internazionale per l’elettronica e la meccatronica automotive.

 

TPMS: Continental Automotive da sempre predilige i sistemi di monitoraggio diretti rispetto a quelli indiretti

Per Continental Automotive la sicurezza su strada degli automobilisti è 'diretta'

Sistema monitoraggio pressione pneumaticiContinental Automotive, azienda internazionale leader nell'industria automobilistica, risponde alle esigenze del mercato in tema di affidabilità dei sistemi di monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS, Tire Pressure Monitoring Systems), diventati obbligatori per tutte le vetture commercializzate a partire da novembre 2014.

Continental Automotive, con il suo brand VDO, ha risposto con efficacia in particolare alla Normativa della Comunità Europea entrata in vigore dal 1° novembre 2014, e orientata verso una maggiore sicurezza ed efficienza. Già dal 2012 molti costruttori equipaggiavano alcuni modelli di auto di categoria M1 con sistemi di monitoraggio della pressione degli pneumatici.

Il Regolamento EU ECE R 661 specifica chiaramente quali informazioni deve visualizzare il sistema al fine di incrementare la sicurezza:

  • Perdita improvvisa di pressione pari o superiore al 20% entro 10 minuti.
  • Avviso al conducente se vi è una perdita graduale della pressione entro 60 minuti.
  • Funzionamento affidabile dalla velocità di 40 km/h fino alla velocità massima di omologazione del veicolo.

Rispettate tali specifiche, le case automobilistiche sono libere di decidere quale sistema utilizzare nei propri veicoli. La scelta è tra due principali tecnologie molto diverse: sistema indiretto o diretto.

Sistemi indiretti

Valutano i segnali provenienti dai sensori di velocità del sistema ABS. Il sistema indiretto rileva tramite software la differente velocità di una ruota rispetto alle altre e attiva un segnale di allarme solo se l'anomalia è dovuta ad una effettiva perdita di pressione, non se la causa è imputabile alle normali condizioni di guida (es. variazione di velocità delle ruote in curva).

Sistemi diretti

In un sistema diretto ogni ruota è dotata di uno specifico sensore che rileva in tempo reale la pressione dello pneumatico e in alcuni casi anche la sua temperatura. Queste informazioni vengono trasmesse in modalità radio a una centralina che le analizza e, in caso di perdita di pressione, visualizza un avviso sul quadro strumenti.

I sistemi diretti richiedono una ricalibrazione del sensore/veicolo ogni volta che i sensori vengono spostati o sostituiti; ciò può anche avvenire automaticamente a seconda del veicolo.

I vantaggi dei sistemi diretti:

  • maggiore velocità e precisione nel rilevare i dati
  • visualizzazione di pressione e temperatura di ogni singolo pneumatico, anche a veicolo fermo
  • nessuna ricalibrazione se le variazioni di pressione dello pneumatico sono dovute a cause esterne

TPMS VDO sistema diretto pressione pneumatici“Continental Automotive da sempre predilige i sistemi di monitoraggio diretti rispetto a quelli indiretti”, dichiara Francesco Aresi, Responsabile commerciale della divisione Indipendent Aftermarket VDO e ATE per l’Italia. “Il sistema diretto utilizza un sensore all’interno di ogni pneumatico raccogliendo direttamente e accuratamente dati sulla pressione, trasmettendoli immediatamente al veicolo. Anche il mercato riconosce la superiorità dei sistemi diretti in quanto in Europa due veicoli su tre sono equipaggiati con sistemi TPMS, utilizzano il sistema diretto e in Nord America si supera persino l’85%”.

Più sicurezza ed efficienza con i sistemi diretti

La distanza di arresto di un autoveicolo aumenta di oltre 6 metri sul bagnato ad una velocità di 100 km/h con una pressione dello pneumatico di 1,6 bar invece di 2,1. In altri termini, mentre un’auto che viaggia con pneumatici alla pressione ottimale è già ferma, quella con pressione troppo bassa è ancora in movimento ad una velocità di 33 km/h. Con 0,2 bar di pressione in meno su tutti e quattro gli pneumatici, il consumo di carburante aumenta fino all’1%, percentuale che sale al 4% con 0,6 bar in meno. In questo caso inoltre la durata dello pneumatico diminuisce di ben il 45%.

VDO REDI Sensor pressione pneumatici“Continental Automotive offre due tipologie di sistemi diretti per il monitoraggio della pressione: i TPMS VDO, con fissaggio tramite valvola, e i VDO REDI Sensor, con applicazione tramite incollaggio all’interno del pneumatico” continua Francesco Aresi. “I sensori VDO rilevano e comunicano al veicolo una variazione di 0,1 bar della pressione, aiutando il conducente a mantenere sempre la pressione raccomandata e assicurando quindi una maggiore sicurezza dell’autoveicolo. Una notevole importanza riguarda anche l’ambiente, in quanto la corretta pressione dello pneumatico ottimizza la resistenza al rotolamento e ne riduce l'usura, rendendo la guida più efficiente e riducendo i consumi”.

 

Downloads

VDO in Italia

Contattaci o trova un rivenditore

Contatti

Fiere ed eventi

Scopri gli eventi a cui VDO parteciperà nel 2016

Fiere ed eventi

Download

Scarica cataloghi, schede tecniche, manuali

Contatti per la stampa

Sabrina Zapperi

Head of Communication CVAM RSO Italy

Tel. +39 0235680310 Mob. +39 348 5328771

e-mail Twitter Continental CVAM

© Continental Automotive Trading Italia s.r.l. 2016

VDO - A Trademark of the Continental Corporation